Concerto per la liberta'

Il 24 marzo 2017, nel salone di rappresentanza della Prefettura di Trapani, ha avuto luogo “Il Concerto per la libertà”, dedicato all’eroico poliziotto trapanese Pietro Ermelindo Lungaro, Medaglia d’argento al valor militare, barbaramente trucidato nell’eccidio delle Fosse Ardeatine il 24 marzo 1944. L’iniziativa, resa possibile grazie alla preziosa collaborazione del Conservatorio musicale “Antonio Scontrino” di Trapani, è stata promossa dalla Sezione ANPS, d’intesa con la Prefettura e la Questura.

 

L’occasione, come ha evidenziato il Prefetto Giuseppe Priolo, ha consentito di ricordare e rendere omaggio, in un contesto altamente simbolico per la sua valenza e solennità istituzionale quale il Palazzo del Governo, alla memoria di un eroe caduto per difendere i valori della libertà e della democrazia, e di sviluppare una sempre maggiore coscienza civica, perpetuando la memoria storica delle vittime di tragiche vicende.

 

Nicolò Villabuona, presidente della Sezione ANPS, ha sottolineato che l’eccidio delle fosse Ardeatine, rappresenta ancora oggi, una delle pagine più brutali della barbarie nazifascista, quel cancro che ha colpito l’Europa, devastando i valori della democrazia e della tolleranza.

 

La rappresentazione musicale proposta dal “Mediterranean voices” diretto dalla professoressa Anna Lisa Braschi e dal “Sax Solum Ensemble” della classe di sassofono del professor Antonio Peri che, per l’occasione, si sono uniti sotto la qualificata guida del direttore Anna Lisa Braschi, è stata particolarmente apprezzata dai numerosi spettatori.