La scuola riparte dalla sicurezza

L’ANPS partecipa all’importante azione benefica a favore di tre scuole colpite dal sisma del 2012

A tre anni dal terribile terremoto che ha colpito duramente tanti comuni dell’Emilia, venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 settembre sono state inaugurate ben 4 scuole del territorio bolognese: tre a Crevalcore e una a Persiceto. Dopo la fatica, l’impegno e il lavoro per rimarginare le ferite inferte dal sisma, finalmente sono arrivate le nuove scuole, ora più belle e sicure, che accoglieranno centinaia di studenti. Il Comune di Crevalcore ha iniziato i festeggiamenti venerdì 11 settembre con l’inaugurazione della Scuola primaria “G. Lodi”. Il giorno dopo, si è svolta l’inaugurazione della nuova Scuola dell’Infanzia e primaria “Paltrinieri - Pizzoli” di Palata Pepoli, mentre domenica 13 settembre è stato inaugurato l’Istituto professionale “Malpighi”. Alle inaugurazioni, oltre al sindaco e senatore Claudio Broglia e al presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, erano presenti i rappresentanti delle istituzioni nazionali, regionali, metropolitane e locali, tanti ospiti e soprattutto tanti amici che hanno sostenuto la ricostruzione post terremoto. Tra loro anche il Presidente del Collegio dei sindaci revisore nazionale Nunzio Bombara, il Consigliere nazionale Vincenzo Sardella e una rappresentanza ANPS della sezione provinciale di Bologna. L’Associazione, infatti, su iniziativa della Presidenza nazionale, ha devoluto la somma di 23.000 euro per l’arredo delle nuove aule; da sottolineare che parte dello stanziamento è scaturito da una raccolta fondi tra le sezione ANPS.

 

 

“Parafrasando Ligabue – ha dichiarato il sindaco e senatore Claudio Broglia nel corso delle inaugurazioni - si potrebbe dire che siamo arrivati al giorno dei giorni anche se i giorni saranno tre. Tre giorni, tre scuole a tre anni dal terremoto. Tre scuole che si aggiungono alle medie inaugurate un anno fa e alle materne di Crevalcore e di Caselle ristrutturare in tempi record entro settembre 2012. Dietro a tutto questo c'è il lavoro, la professionalità, la caparbietà e la solidarietà di tantissime persone. Giorni così spazzano via in un sol colpo le fatiche, le polemiche, gli ostacoli che non sono mancati in questi tre anni. C'è un momento per ogni cosa, e questo è il momento della festa, del vestito buono, dei canti e dei balli di paese. Ce li siamo meritati ed è giusto viverli così, in modo pieno”.

 

 


Il Comune di San Giovanni in Persiceto ha festeggiato l’apertura della scuola primaria “Quaquarelli” sabato 12 settembre, alla presenza del Sindaco Renato Mazzuca, del Presidente della Giunta regionale Stefano Bonaccini, del Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Stefano Versari e del Dirigente della Direzione didattica Giuseppa Rondelli. “Con l’inaugurazione della scuola primaria Quaquarelli – ha dichiarato Renato Mazzuca, sindaco di Persiceto - si conclude un percorso lungo tre anni. Al terrore del sisma è seguita da subito, per quanto mi riguarda, la decisione di mettere al primo posto la sicurezza degli alunni ospitati nell’edificio storico, costruito nei primi anni del Novecento, di piazza Carducci. Abbiamo inoltre messo al centro dei nostri pensieri coloro che avrebbero abitato le Quaquarelli, le nostre bimbe e i nostri bimbi, e il loro diritto ad un’istruzione in una scuola sismicamente sicura e al passo con i più avanzati modelli educativi”.

 

 

Fonte: Comunicato congiunto Comune di Crevalcore e Comune di San Giovanni in Persiceto