Societa' di Pediatria, Polizia e Facebook insieme per “Bambini sicuri: dalla strada @lla rete”

In occasione della Giornata Mondiale del Bambino e dell'Adolescente, la Società italiana di pediatria, la Polizia di Stato e Facebook hanno incontrato, mercoledì 19 ottobre, presso il Teatro Brancaccio di Roma, 1.200 studenti per la manifestazione “Bambini sicuri: dalla strada @lla rete”. Al centro della manifestazione, il tema della sicurezza dai rischi online, dove gli adolescenti  trascorrono buona parte del proprio tempo, con una particolare attenzione al tema del cyberbullismo, al quale è stata dedicata la rappresentazione teatrale “Like, storie di vita online”. L'abuso di internet da parte degli adolescenti può avere effetti negativi, sulla salute ma anche sulle relazioni sociali, sino a poter sfociare in vere e proprie psicopatologie come la dipendenza da internet. Tuttavia, un utilizzo troppo moderato o addirittura il non utilizzo possono ugualmente avere conseguenze negative.

La manifestazione si è aperta con la presentazione e la firma di un protocollo di intesa relativo ad un piano di formazione dei medici pediatri sui rischi e pericoli della Rete. L'accordo è stato stipulato dal presidente della Società italiana di pediatria Giovanni Corsello e dal direttore centrale delle specialità della Polizia di Stato Roberto Sgalla. Nell'occasione è stata presentata anche la nuova app del Commissariato di p.s. online per la richiesta di informazioni e segnalazioni di reati online. Per promuovere la sicurezza online e un uso positivo del web, la Società italiana di pediatria (SIP), la Polizia di Stato e Facebook hanno stilato un vademecum di informazioni e consigli utili rivolti a tutta la famiglia.

 

Ecco alcuni consigli contenuti nel Vademecum

 

PER I GENITORI

PARLA con i tuoi figli di sicurezza e tecnologia, come fai di sicurezza a scuola, in auto o in altre situazioni. Internet è una parte della vita reale.

ACCOMPAGNA i tuoi figli nella navigazione online e condividi con loro impressioni ed insegnamenti.

RISPETTA gli interessi dei tuoi figli, crescono con smartphone, internet, e sms. Le nuove tecnologie hanno sempre fatto parte della loro vita e rappresentano una importante opportunità per il loro presente e per il loro futuro. Attento a non definirle come una “perdita di tempo” perché significa criticare gran parte delle loro interazioni sociali e delle attività che svolgono ogni giorno.

 

PER I RAGAZZI

STABILISCI alcune regole di base. Prima di postare qualcosa, pensaci bene! Tutto ciò che metti online e che riguarda te stesso o un’altra persona potrebbe essere interpretato male, copiato e distribuito in modi che non ritieni opportuni.

SEGNALA i contenuti inappropriati: ricordati che spesso è possibile segnalare e richiedere la rimozione dei contenuti inappropriati. Puoi sempre rivolgerti alla Polizia Postale per segnalare contenuti o attività illegali su Internet (www.commisssariatodips.it).

APRITI se hai un problema, qualcuno potrà sicuramente aiutarti. Parlane con un amico, i tuoi fratelli, i tuoi insegnanti, i tuoi genitori, una associazione o le forze dell’ordine.