Inaugurata la Sala Unità di informazione passeggeri

Roma, 13 dicembre 2018 - È stata inaugurata negli uffici del Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia, che si trova all’interno del Polo Anagnina di Roma, la Sala Unità di informazione passeggeri (Uip). All’inaugurazione erano presenti il Sottosegretario all´Interno Nicola Molteni, il Capo della Polizia Franco Gabrielli, il Vice capo della Polizia - Direttore centrale della Polizia criminale Nicolò D’Angelo e il Direttore del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia Giuseppe Spina. Sono intervenuti anche i rappresentanti della Commissione europea, di Enac, di Enav, delle compagnie aeree e delle relative associazioni di categoria.

 

La nuova Sala Uip, situata all’interno della Direzione centrale della polizia criminale, avrà il compito di raccogliere i dati relativi ai passeggeri dei vettori aerei (acquisiti tramite la prenotazione del viaggio e le procedure di check-in), al fine di realizzare un sistema integrato di controllo delle frontiere e attuare misure concrete di prevenzione e contrasto del terrorismo internazionale e dei reati gravi.

 

“Questo diventerà un ulteriore tassello di quel sistema di sicurezza e di interoperatività che ormai contraddistingue anche la filosofia dell’Unione europea” ha detto Gabrielli durante l’inaugurazione. Poi in una dichiarazione a margine dell’evento, il capo della Polizia ha sottolineato come sia “Importante conoscere preventivamente se chi entra nel nostro Paese è portatore di una minaccia; quindi la possibilità di scambiare informazioni e conoscere preventivamente i soggetti, credo sia una modalità con la quale oggi si difendono le frontiere dell’Unione e del nostro Paese”.

Parlando poi della collaborazione internazionale tra i Paesi, il prefetto Gabrielli ha aggiunto: “Credo che oggi non sia possibile nessun tipo di efficace azione di contrasto se non c’è la collaborazione dei Paesi. Il nostro Paese da tempo ha fatto della cooperazione internazionale di polizia uno degli asset fondamentali della propria azione”.

 

Nel suo intervento il sottosegretario Molteni ha detto che “Questa sala operativa è l’ulteriore rappresentazione del fatto che il percorso di sicurezza del Paese, di contrasto e prevenzione della criminalità in generale e in particolare del terrorismo di matrice islamica, rappresenta il livello, il tasso e la qualità di quanto il nostro Paese abbia fatto, stia facendo, e debba continuare a fare per garantire la sicurezza dei cittadini italiani”.

 

(Sergio Foffo - poliziadistato.it)