Bicibus, i volontari ANPS tornano a scuola

Un progetto ambizioso di mobilità sostenibile, che segue l’inversione di tendenza all'uso indiscriminato delle automobili nei centri abitati. È questo il senso dell’iniziativa Bicibus, realizzata dal nucleo di Protezione Civile ANPS di Ivrea, in collaborazione con la Polizia Locale di Ivrea. L’uso massiccio delle automobili continua a creare seri problemi di fruibilità degli spazi e di vivibilità dei centri urbani, per non parlare dei danni creati all'ambiente.

Grazie al progetto Bicibus,  i volontari ANPS, nella veste di ausiliari del traffico, accompagnano da alcuni anni i piccoli allievi che in bicicletta si recano nelle rispettive scuole. Il servizio ha conseguito notevoli risultati positivi riguardo il traffico urbano e la difesa dell’ambiente, ed ha ottenuto l’atteso apprezzamento della popolazione che nella fase iniziale nutriva qualche perplessità. Ogni inizio dell’ anno scolastico, vengono tenute dai volontari, insieme al personale della Polizia Locale, alcune lezioni in tutte le scuole elementari per illustrare norme e comportamenti da tenere sulla strada. In queste circostanzei genitori vengono sensibilizzati a dare agli scolaretti la possibilità di aderire alla nutrita schiera di ciclisti, i quali oramai sono diventati esperti e sicuri nel circolare sulle strade ed hanno acquisito una buona conoscenza della segnaletica.

Il risultato di questa attività dell'ANPS amplia le conoscenze dei giovanissimi, indirizzandoli verso nuove ed utili esperienze che si integrano con le discipline scolastiche; inoltre, i bambini si abituano ad un costante esercizio fisico. Questa buona pratica contribuisce ad un notevole risparmio di denaro, che insieme ad altre economie può aiutare a riquadrare i bilanci delle famiglie.