Una stella per Giuseppe Baratta

Perugia, 4 luglio 2018 - Si è svolta il 16 giugno presso l’ antico molo di S. Arcangelo, dove nelle notti del 19 e 20 giugno 1944 trovarono la libertà gli ebrei confinati ad Isola Maggiore, una delle tre isole naturale del Lago Trasimeno, la cerimonia della posa di una stella tricolore sulla targa dell’eroico Agente della Questura di Perugia Giuseppe Baratta. Il poliziotto della Questura di Perugia aiutò don Ottavio Posta a far fuggire una famiglia di ebrei prigioniera sull’isola.

 

Alla cerimonia erano presenti il Questore di Perugia Giuseppe Bisogno, il Vescovo Paolo Giulietti, i sindaci del comprensorio del lago Trasimeno e le rappresentanze delle locali associazioni d’arma e combattentistiche. Dopo la deposizione della stella tricolore, il professor Gianfranco Cialini, che per primo ha riscoperto la vicenda, ha ricordato i fatti storici di questa importante pagina di umanità.