Inizia a Palermo la festa del Sud

Palermo, 12 aprile 2018 - Cinquant’anni di storia dell’Associazione e l’impegno di trasmettere i valori del ricordo dei caduti e lo spirito di fratellanza alle future generazioni nel nome della Polizia di Stato. Con questi intenti si è rinnovato l’appuntamento con il Capo della Polizia e l’ANPS, in occasione del Cinquantenario della nostra Associazione. La Caserma Lungaro di Palermo ha accolto più di 300 Soci delle Sezioni siciliane.

La cerimonia è iniziata con la scopertura della lapide dedicata ai caduti in servizio, fatta realizzare dall’ANPS e apposta alla Caserma Lungaro. Dopo la deposizione della corona d’alloro, il Capo della Polizia si è fermato in raccoglimento per qualche minuto davanti alla teca con la “Quarto Savona 15”, la Fiat Croma saltata in aria a Capaci e temporaneamente collocata nel cortile della caserma, che è sede anche del reparto scorte. Subito dopo, l’aula multimediale della Caserma di corso Pisani ha accolto in festa il Prefetto Franco Gabrielli. In sala erano presenti anche il Prefetto di Palermo Antonella De Miro, il Questore Renato Cortese, i vertici degli Affari Generali della Pubblica Sicurezza, del Cerimoniale e delle Relazioni esterne della Polizia insieme al Presidente Nazionale Anps, Claudio Savarese. Ospite della cerimonia, il figlio di Pietro Ermelindo Lungaro.

Al termine, sono state consegnate le medaglie ai Soci ultranovantenni Enrico D’Anna, Pietro Fazzari, Giacomo De Leo, Sebastiano Arena, Giovanbattista Melia e Nicolò Rizzuto. Premiate anche le vittime del dovere, Antonino Lococo, Angelo Ingrassia, Mariano Valenti, Antonino Ruggirello, Giovanni Benedetto, Giuseppe Musco, Francesco Gugliandolo e Fabio Matteo Vaccaro.

 

Clicca qui per la galleria completa.