Si rinnova la collaborazione tra Polizia e Associazione 2HE

Lunedì 7 maggio, presso la sede ANPS di Galatina, è stato rinnovato il protocollo di intesa tra il Ministero dell’Interno – Dipartimento di P.S. e l’Associazione 2HE, promotrice del progetto IO POSSO – La Terrazza “Tutti al mare!”. Il protocollo prevede, per il secondo anno consecutivo, la collaborazione per il servizio di salvamento e assistenza ai bagnanti a cura degli Agenti della Polizia di Stato appartenenti ai Gruppi Sportivi delle Fiamme Oro, che contemplano tra i propri settori sportivi la disciplina del nuoto per salvamento, insieme ai colleghi della Squadra Nautica di Lecce. Il protocollo è stato firmato dal Direttore Centrale per gli Affari Generali della Polizia di Stato Filippo Dispenza e dal Presidente dell’Associazione 2HE Giorgia Rollo, alla presenza del Questore di Lecce Leopoldo Laricchia. Presente alla cerimonia una nutrita rappresentanza ANPS con il Presidente Luigi Gallo.

 

La Presidente di 2HE Giorgia Rollo. Accanto, il Questore Laricchia e il Prefetto Dispenza

 

Il Prefetto Dispenza illustra il protocollo d'intesa tra la Polizia di Stato e l'Associazione 2HE

 

Il progetto

La Terrazza “Tutti al Mare!” è un centro d’eccellenza realizzato sul mare di San Foca, nel comune di Melendugno. Si tratta di accesso attrezzato al mare per persone affette da SLA, patologie neuromotorie e altre disabilità motorie; all’interno della struttura, è presente un box infermieristico attrezzato, insieme al personale addetto all’assistenza (OSS, infermieri, bagnino e coordinatori della struttura), per permettere agli ospiti e ai loro familiari di trascorrere una giornata al mare in pieno relax e sicurezza. Un posto speciale, voluto dal poliziotto Gaetano Fuso, ammalato di Sla dal 2014, che prestava servizio al Commissariato di P. S. di Galatina.

 

I dati del 2017

Nell’estate 2017, la Terrazza è stata attiva per 94 giorni totali, con orario continuato dalle ore 09:00 alle ore 19:00, dal 15 giugno al 17 settembre, accogliendo 250 utenti proveniente da 12 regioni italiane e anche dall’estero, 17 dei quali con respirazione assistita e 21 affetti da SLA. 1200 sono state le presenze in tutto; più di 30 le diverse patologie censite.