Le Sezioni del Centro Italia incontrano il Capo

Si è svolto a Nettuno il 12 marzo 2018, presso l’Istituto di perfezionamento Ispettori della Polizia di Stato, il terzo incontro tra le Sezioni ANPS e il Capo della Polizia, in occasione del Cinquantesimo anniversario della nostra Associazione. Presenti le Sezioni di Abruzzo, Lazio, Marche e Toscana. A fare gli onori di casa il Direttore dell’istituto di Nettuno Giovanni Busacca che per un totale di circa 300 soci. Alla manifestazione erano presenti anche il Prefetto Filippo Dispenza degli Affari Generali della Polizia, il Prefetto di Roma Paola Basile e i Questori delle cinque province del Lazio: Guido Marino della Questura di Roma, Rosaria Amato (Frosinone), Carmine Belfiore (Latina), Antonio Mannoni (Rieti), e Lorenzo Suraci (Viterbo).

 

La cerimonia è iniziata con la deposizione di una corona di alloro al monumento dei caduti della Polizia; subito dopo, tutti i partecipanti si sono recati nelle aule dell’Istituto per dare inizio all’incontro. Dopo i saluti del Direttore Busacca, ha preso la parola il Presidente nazionale ANPS Claudio Savarese, che ha ringraziato ancora una volta il Capo della Polizia per questo incontro con le Sezioni del Centro Italia. Il Presidente ha presentato alcune proposte, in particolare quella di ricordare i caduti della Polizia in ogni Questura d’Italia, attraverso una targa che riporti i nomi di quanti sono caduti nell’adempimento del proprio dovere, per esaltare con orgoglio il loro prezioso esempio di dedizione e coraggio.

 

Nel suo discorso il Capo della Polizia ha evidenziato quanto sia rilevante l’immagine della Polizia di Stato nella società civile, perché i cittadini hanno molta fiducia nell’Istituzione. Per questo è importante preservare questa immagine da ogni situazione negativa; inoltre, bisogna mantenere sempre vivo lo spirito di corpo, perché ci sono valori unici da preservare, custodire e portare avanti. In questo l’ANPS è valorosa portatrice e figura istituzionale di riferimento.

 

Al termine sono stati premiati i Soci che si sono distinti per anzianità associativa, meriti di servizio, vittime del dovere e ultra novantenni. Un particolare riconoscimento, quale segno di vicinanza e profonda solidarietà, è stato consegnato all’Assistente capo Giovanna Gagliardi, tragicamente colpita negli affetti nel catastrofico terremoto di Amatrice.

 

Guarda la gallery completa dell'evento.