Ragusa, padre e figlio tentano furto a Natale

Ragusa, 3 gennaio 2018 - Poteva essere il colpo di Natale quello che padre e figlio aveva preparato ai danni di un supermercato di Ragusa. I due uomini di 61 e 27 anni erano riusciti ad aprire un primo sportello della cassa continua, senza riuscire a completare il furto. Nel giorno di Santo Stefano, erano ritornati per prendere quello che avevano lasciato. Ma gli amministratori della struttura commerciale aveva notato il tentativo, per questo hanno avvertito la Polizia. Gli investigatori della Squadra mobile ragusana hanno analizzato le immagini delle telecamere di sicurezza, che avevano catturato uno dei malviventi che, dopo aver aperto il primo sportello, non riusciva nel suo intento finale. Ipotizzando che i malviventi sarebbero tornati per completare il lavoro, gli investigatori hanno predisposto un servizio di vigilanza intorno al supermercato. Verso le 5 del mattino i ladri sono tornati, riuscendo questa volta ad inserire la combinazione giusta e ad aprire la cassaforte, prelevando il sacchetto con 30 mila euro. L’uomo è stato subito bloccato dai poliziotti mentre il suo complice, che lo aspettava in macchina, tentava la fuga, ma poco dopo veniva catturato. Gli arrestati, originari di Agrigento, erano in possesso di guanti, materiale per il travisamento e due particolari chiavi utilizzate per l’apertura delle casseforti. Gli agenti hanno poi perquisito le abitazioni degli indagati, trovando un vero e proprio laboratorio per falsificare e creare chiavi "adulterine", nonché alcune micro camere utilizzate probabilmente per filmare l’inserimento dei codici di sicurezza da parte del personale addetto ai prelievi.