Premio letterario internazionale di poesia “Tra le parole e l’infinito”

Si è svolta sabato 28 settembre, presso il Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere, la 16esima edizione del Premio letterario internazionale di poesia "Tra le parole e l’infinito", Premio alla carriera “Haustum Doctrinarum” e Riconoscimento alla carriera "Labore Civitatis".

La serata di gala è stata organizzata dall’ANPS di Santa Maria Capua Vetere, con il patrocinio del Ministero dei Beni Artistici e Culturali, del Ministero di Grazia e Giustizia, dell’Arcal RAI di Napoli e del Comune di Santa Maria Capua Vetere. Madrina della manifestazione il vice questore aggiunto della Polizia di Stato Adele Monaco. Molte le autorità presenti, civili e militari, tra premiati e premianti, tra i quali il prefetto di Caserta Carmela Pagano, il questore di Caserta Giuseppe Gualtieri , il procuratore Corrado Lembo, IL console generale di Francia Christian Thimonier, il sindaco di Santa Maria Capua Vetere Biagio Maria Di Muro, l’onorevole Camilla Sgambato, il vice direttore Tgr Rai per il Sud Carlo Verna e tante altre illustre autorità. Sono stati consegnati oltre 100 premi e riconoscimenti ad artisti, scrittori, poeti e autorità.

 

L’obiettivo è stato quello di creare turismo culturale emozionale capace di trasmettere le rotte verso mete affascinanti ed esclusive della terra Sammaritana, e attivare scambi di esperienze culturali creando un’occasione concreta d’incontro e confronto. L’impegno profuso da tutto il direttivo ANPS guidato dal presidente Michele Tavano, ha contribuito alla perfetta riuscita della manifestazione.

La serata è stata presentata dalla giornalista televisiva Francesca Scognamiglio ed è stata animata dalle perfomance di vari artisti, tra i quali il soprano internazionale Dominika Zamara, Francesco Esposito, il duo Anime Sonore, il duo di chitarra e voce Jamaar e l’attore sammaritano Francesco Russo.