L'ANPS riceve il nuovo Sacro Drappo; il vecchio Medagliere sara' esposto nel Museo Storico della Polizia

Si è svolta mercoledì 11 aprile 2016 a Roma, nell’ufficio del Capo della Polizia, la cerimonia di presentazione e consegna del nuovo Medagliere della Polizia di Stato. Il Medagliere è fregiato delle ricompense dell’Ordine Militare d’Italia e Medaglie d’oro e d’argento al Valor militare e al Valor civile concesse alla Bandiera del Corpo ed ai suoi appartenenti sin dalla fondazione. Custode del Sacro Drappo è l’Associazione Nazionale della Polizia di Stato (ANPS).

 

 

Alla cerimonia erano presenti il Capo della Polizia Alessandro Pansa, il Presidente nazionale ANPS Claudio  Savarese e il Segretario generale Michele Paternoster, insieme al Consigliere nazionale e curatore delle  ricerche storiche per il Medagliere, Guido Chessa, il Direttore dell’Ufficio storico e del Museo storico della  Polizia di Stato Raffaele Camposano, il Cappellano della Polizia di Stato e Coordinatore nazionale don Pino Caggiano. Presenti anche il nuovo Direttore centrale degli Affari Generali Filippo Dispenza, la Dottoressa  Mirabile e la Dottoressa Cattarin Franzero, insieme alla Dottoressa Di Paolo e al Dottor Cerbone dell’Ufficio  Relazioni esterne e cerimoniale. 

 

Dopo la benedizione del nuovo Medagliere da parte del Cappellano, il Capo della Polizia Pansa ha  consegnato il vecchio Medagliere al Direttore Raffaele Camposano, per la custodia presso il Museo storico  della Polizia; allo stesso tempo, l’ANPS ha ricevuto il nuovo Medagliere, che sarà esposto in tutte le  cerimonie istituzionali. La prima uscita ufficiale del Sacro Drappo sarà la prossima Festa della Polizia, in  programma il 25 maggio presso la Caserma Ferdinando di Savoia di Roma in via del Castro Pretorio. È  stato un passaggio di consegne ideale tra il vecchio e il nuovo Medagliere, sul valore della Memoria e il  ricordo, emozionato, di chi ha dedicato la propria esistenza al servizio delle Istituzioni e per la  salvaguardia della sicurezza e delle libertà dei cittadini.

 

Dopo la rivisitazione statutaria del 2010, con la normativa allargata alle Medaglie di bronzo e alla  categoria delle Medaglie al merito civile, e con i cambiamenti imposti dall’approvazione e registrazione  del nuovo Logo associativo dell’ANPS, nell’ottobre del 2015 è stata definitivamente approvata la nuova  composizione iconografica del Medagliere che introduce, per la prima volta, la distinzione fra i riconoscimenti concessi alla Bandiera e quelli individuali. Le medaglie affisse sul Drappo, che a differenza  del passato appartengono a tutte le categorie valoriali, vengono mantenute nel numero di 172, di cui 39 concesse all’Istituzione e 133 individuali, rappresentative delle oltre 2600 attribuite ai Caduti.

 

    Il Capo della Polizia Pansa e il Direttore del Museo Storico Camposano con il vecchio Medagliere della Polizia