Festa della Madonna del Bosco

L’ANPS di Melfi ha partecipato alla cerimonia religiosa in onore della Madonna del Bosco, patrona di Montemilone (Pz), svoltasi l’11 agosto, con la magistrale esibizione della Fanfara della Polizia di Stato.L’iniziativa,  promossa dalla sezione ANPS di Melfi, guidata dal presidente Paolo De Leo, e patrocinata dalla Proloco e dal sindaco di Montemilone Gennaro Mennuti, è stata pienamente condivisa dalla Questura di Potenza che ha richiesto l’intervento della Fanfara. L’evento istituzionale è stato dedicato a quei poliziotti originari del paese, che per servire lo Stato hanno dovuto lasciare le proprie famiglie.

La manifestazione, preceduta dal rito religioso officiata dal vescovo Gianfranco Todisco e da altri prelati nella chiesa di Santo Stefano, ha visto la partecipazione di sindaci dei comuni limitrofi, autorità della Polizia di Stato e rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri. Al termine dell’esposizione dei brani musicali eseguiti dalla Fanfara, il sindaco di Montemilone ha posto in evidenza i meriti della Polizia di Stato e dell’ANPS Melfi e, in segno di riconoscenza e stima, ha consegnato targhe ricordo con dediche alla Questura di Potenza, al Compartimento Polstrada di Potenza, alla Fanfara della Polizia di Stato, alla sezione ANPS di Melfi, nonché al poliziotto più giovane, l’agente scelto Angela Conte, in servizio in servizio presso il Commissariato di Sassuolo, ed a quello più anziano, il commissario in quiescenza Giovanni Pescopagano, socio ANPS di Melfi.  

La suggestiva e singolare festa patronale è stata molto apprezzata e seguita da tanti cittadini, che hanno potuto ammirare un’esposizione di divise storiche della Polizia. Al termine della cerimonia, un quadro raffigurante San Michele Arcangelo e un altro con il logo della Polizia di Stato sono stati offerti rispettivamente dalla Questura di Potenza alla Parrocchia di Santo Stefano e al sindaco di Montemilone, mentre l’ANPS di Melfi ha consegnato alla Chiesa ed al Comune il crest dell’Associazione con dedica.