Agrigento, 13 arresti per truffa Legge 104

È stata chiamata "La carica dei 104" l'operazione degli uomini della Digos di Agrigento che, nella mattinata di lunedì 22 settembre, hanno arrestato 13 persone con l'accusa di associazione a delinquere, falso ideologico, truffa e corruzione. Cinque persone sono finite in carcere mentre 8 ai domiciliari. Si è conclusa così una lunga indagine che ha visto coinvolti medici, paramedici, autisti di ambulanze, anziani e gente comune che pagava somme di denaro per ricevere false certificazioni al fine di percepire le agevolazioni della Legge 104 o il "semplice" assegno di pensione.

In sostanza, grazie alla complicità di medici e di personale dell'Inps, due diversi gruppi criminali riuscivano a fare ottenere le certificazioni necessarie a falsi invalidi. Le riprese video, effettuate durante le indagini, hanno dimostrato e smascherato più di una situazione grottesca: paralizzati che improvvisamente si mettevano a camminare o gente che arrivava in ambulanza e che dopo essere stata sottoposta alla visita medica, scendeva e andava via sulle proprie gambe. Alcune immagini hanno mostrato inoltre un medico che, dopo aver eseguito personalmente l'esame spirometrico, ha rilasciato al paziente una falsa attestazione relativa ad una patologia inesistente.