Mobile Milano ferma gang latinos

Milano, 23 settembre 2015 - La gang giovanile "Barrio 18" è al centro dell'indagine conclusa dagli investigatori della Squadra mobile di Milano, che questa mattina hanno arrestato 15 appartenenti alla banda di latinos. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere, tentato omicidio, rapina aggravata, spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, lesioni personali aggravate, detenzione e porto di armi da sparo e da taglio.

L'attività investigativa, conclusa nell'ottobre dello scorso anno, è iniziata nel dicembre 2013 in seguito alla denuncia per violenza sessuale della quale erano accusati alcuni appartenenti al gruppo criminale. Grazie alle intercettazioni telefoniche, ambientali e ai video registrati durante gli appostamenti e i pedinamenti, i poliziotti sono riusciti a ricostruire l'organizzazione della banda e a ricondurre a loro diversi reati. La "Barrio 18" è una delle gang di latinos più pericolose e maggiormente diffuse al mondo, e i suoi appartenenti sono in prevalenza di origine salvadoregna. Agiscono continuamente per controllare quello che considerano il loro territorio, e per fare questo sono in costante lotta contro le bande rivali. Nella loro zona gli affiliati alla gang commettono reati contro il patrimonio, spaccio e rapine in strada, finalizzati ad alimentare una cassa comune dalla quale attingere per le esigenze della banda e dei "fratelli" detenuti.

Durante l'indagine, gli agenti della Mobile milanese hanno sventato anche un tentato omicidio di un appartenente a un gruppo rivale. La gang è caratterizzata da una rigida gerarchia interna, cruenti riti di affiliazione, fatti di pestaggi di gruppo, e da un codice di obbedienza che prevede pesanti ritorsioni per i contravventori. I membri del "Barrio 18" si riconoscono per i caratteristici tatuaggi, mentre il territorio viene marcato da graffiti con il loro stemmi.

 

poliziadistato.it