Latina, 8 arresti per corruzione e concussione

Roma, 26 marzo 2015 - La Polizia di Stato di Latina ha eseguito otto ordinanze di misura cautelare, di cui quattro in carcere e quattro agli arresti domiciliari per i reati di corruzione, concussione, turbativa d'asta e falso. Le indagini della Squadra Mobile di Latina, avviate in seguito ad una denuncia in ambito di un concordato preventivo in cui si prospettavano fatti di bancarotta, hanno portato alla scoperta di un consolidato sistema corruttivo. E' inoltre emersa l'esistenza di azioni illecite per influenzare il corretto svolgimento delle aste disposte dal Tribunale di Latina per la vendita di beni oggetto di liquidazione nelle procedure concorsuali. Allo stesso modo, nel corso delle indagini, sono state accertate reiterate attività di accesso abusivo al sistema informatico del Registro Generale della Procura della Repubblica di Latina, in modo da consentire ad alcuni soggetti sottoposti ad indagine di poter eludere le attività investigative a loro carico, attraverso la conoscenza di dati coperti da segreto istruttorio. Sono in corso attività finalizzate al sequestro dei profitti di reato, rappresentati da denaro contante ed oggetti preziosi, stimabili in una cifra superiore al milione di euro.