Intitolazione per Renato Barborini

La sede del Distaccamento Polizia Stradale di Predazzo è stata intitolata alla memoria dell’Appuntato di Pubblica Sicurezza Renato Barborini, ucciso nel 1977 dai colpi di pistola del criminale Renato Vallanzasca, insieme al collega Luigi D’Andrea. Entrambi sono stati decorati di Medaglia d'oro al valor civile. In quel terribile anno, i due poliziotti fermano una vettura durante un controllo di polizia al casello autostradale A4 di Dalmine; Vallanzasca e i due complici che erano a bordo della vettura, aprono il fuoco contro i poliziotti, uccidendoli entrambi.

 

Alla cerimonia erano presenti i familiari dell'Appuntato Barborini e la signora Gabriella, vedova del Maresciallo Luigi D'Andrea, il Dirigente generale della Polizia Stradale Paolo Maria Pomponio, il Commissario del Governo della Provincia Autonoma di Trento Sandro Lombardi, il Questore di Trento Claudio Cracovia, il Dirigente superiore del Compartimento Polizia Stradale del Trentino Alto Adige, Giancarlo Sant'Elia, il Cappellano della Polizia di Trento Don Lino Zatelli, altre autorità civili e militari e personale della Sezione Polizia Stradale e della Questura di Trento. Per l’ANPS erano presenti le rappresentanze di Trento e Moena, rispettivamente con il presidente Raffaele Sinapi e la vice presidente Cristina Righini.

 

(12 ottobre 2020)