L'ANPS ricorda il sovrintendente Romolo Spezzi

Si è svolta il 7 novembre la cerimonia di commemorazione del sovrintendente della Polizia di Stato Romolo Spezzi, deceduto all’età di 38 anni a causa malattia. La manifestazione si è svolta nel cortile della Scuola d’Infanzia Muzio Oddi di Urbino; qui, il presidente della sezione Lido Scalpelli e il questore di Pesaro Urbino Antonio Lauriola hanno deposto un omaggio floreale davanti alla targa dedicata al sovrintendente. 

 

Proprio in questa scuola, nel 2012, la locale sezione ANPS aveva finanziato e realizzato un lavoro di copertura, con un tappeto di erba sintetica, del cortile della scuola in modo da offrire ai bambini uno spazio sicuro e idoneo per giocare in libertà e spensieratezza. Nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’opera venne scoperta una targa affissa sul muro esterno della scuola, dedicata alla memoria del sovrintendente Spezzi che a suo tempo aveva prestato servizio presso il Commissariato di Urbino. Tutti i colleghi e molti cittadini ricordano Romolo Spezzi con grande affetto per le sue qualità professionali e per il grande senso di umanità.

 

Alla commemorazione hanno partecipato, tra gli altri, i famigliari del sovrintendente Spezzi, la moglie Melania, i figli Francesco e Simone, insieme alla la madre e la suocera, il dirigente del locale Commissariato di P.S., il comandante di quel Distaccamento di Polizia Stradale, il comandante della Compagnia e della Stazione dei Carabinieri, i bambini della Scuola accompagnati dal dirigente scolastico, gli insegnanti, il personale ausiliare e numerosi soci ANPS. Dopo la cerimonia, il cappellano della Polizia di Stato don Giacomo Mura ha celebrato una messa in memoria di tutti i defunti della Polizia di Stato di Urbino,  nella splendida Chiesa di San Francesco di Paola, già sede della storica Confraternita del Corpus Domini.