Commemorato il Commissario Giuseppe Cangiano

Firenze, 30 agosto 2019 - E' stato commemorato nel Salone d’Onore della Questura fiorentina la figura del Commissario di PS Giuseppe Cangiano, vittima del dovere e di Medaglia d’argento al valore civile alla memoria. A celebrare la funziona religiosa e’ stato il cappellano della Polizia di Stato Luigi Innocenti, alla presenza dei familiari del poliziotto, del Questore Armando Nanei, del Vice prefetto vicario Tiziana Tombesi, di funzionari e poliziotti della Questura e di una rappresentanza ANPS di Firenze guidata dal Presidente Sergio Tinti. Il vile attentato che costò la vita al conosciuto e stimato dirigente del Commissariato sezionale di San Giovanni avvenne il 29 agosto 1920,  in una assolata domenica; era in corso una manifestazione non autorizzata e mentre il Commissario Cangiano, che dirigeva il servizio d’ordine, era impegnato con la persuasione ad indurre i dimostranti più facinorosi alla calma, un colpo di pistola sparatogli a bruciapelo da un anarchico troncò la sua esistenza. Aveva 44 anni. Il fatto suscitò grandissima emozione e commozione nella cittadinanza fiorentina. Lasciò la moglie e tre figli in giovanissima età. E’ stata una cerimonia sobria, per onorare la memoria di un valoroso poliziotto e tramandarla ai giovani poliziotti.